Presentata la macchina dei sogni

peppoweb

Utente Attivo
Si chiama "Yumemi Kobo" o "Dream Workshop" il nuovo dispositivo che permette alle persone di programmare i sogni da farsi durante il sonno. Prodotto dalla Takara, la stessa società che alcuni mesi fa lanciò sul mercato il traduttore cane/uomo, promette di aiutare soprattutto la gente stressata che potrà ad esempio rilassarsi in una vacanza virtuale.

Utilizzarlo è semplicissimo, promette la società nipponica, basterà guardare una foto di un posto di villeggiatura, di una bella donna o di un uomo, e registrare sul gadget la storia che si vuole vivere. A questo punto sarà sufficiente chiudere gli occhi a tutto il resto ci penserà il Dream Workshop. Come? Con l'ausilio di luci, musica e aromi il dispositivo, che costa solamente 140 dollari, stimola il sognatore durante la fase del sonno detta Rem (Rapid eye movement) e lo aiuta a dirigere i propri sogni.

Il risveglio, anche questo particolarmente soft, avviene dopo 8 ore, in maniera graduale, con luci che simulano la naturale luce solare. Questo evita all'individuo uno shock che possa distruggere i fragili ricordi del sogno. Ma attenzione, la macchina dei sogni non fa miracoli! La società ha tenuto a precisare che su alcuni individui i risultati potrebbero non essere esattamente quelli desiderati.

"Stiamo ancora sperimentando - ha detto ai giornalisti Kenji Hattori, un rappresentante marketing della società - in primo luogo con gli impiegati della ditta. Alcuni hanno detto che il tema era giusto, ma che la storia era sbagliata. Ma ha funzionato per un buon numero di persone".


Fonte: GiornaleTecnologico