la libertà del web in Italia è a rischio

borgo italia

Super Moderatore
Membro dello Staff
SUPER MOD
MOD
4 Feb 2008
16.042
146
63
PR
www.borgo-italia.it
ciao
volevo iniziare una discussione seria tra i wm.
ho letto la news:
Google: la libertà del web in Italia è a rischio!
tra l’altro sentita nei vari tg.
e volevo esprimere la mia opinione, e sentire quella di altri.
la mia la esprimo con due esempi:
1. ipotizziamo che io abiti in un palazzo di 5 piani e che metta sul davanzale un bel vaso di gerani.
la mia colf (che non ho) facendo le pulizie urta il vaso facendolo cadere (9,8 m/sec2)
il tutto viene fermato dalla testa (che si rompe) di un ignaro passante
secondo la legge (e secondo me secondo anche il buon senso) i responsabili dell’evento siamo due: io che non ho fissato bene il vaso al davanzale (di questo sono io responsabile) e la colf che distrattamente l’ha fatto cadere
2. mi compro l’ultimo tipo di ferrari (altamente personalizzata) e mio figlio dodicenne mi ruba le chiavi, poi va a passeggiare (350 km/h) lungo i viali cittadini. Sette pedoni vengono travolti. Il responsabile (ahime) sono sempre io cho non ho viglitato con quella che la legge (ed il buon senso) chiama “cura del padre di famiglia”

da questo, è evidente, che io ritengo responsabile sia chi ha messo inline tale obbbbrobrio e che gli ha dato i mezzi per farlo e/o non ha vilgilato. Cioè “è ladro chi ruba, ma anche chi tiene il sacco”.

la Libertà (con la elle maiuscala) non è avere la possibilità di “diffondere/fare diffondere” tali porcherie (ed altre) e, secondo me, “la mia Libertà finisce dove inizia la Libertà di un altro”.

aspetto commenti e/o pareri

p.s.
chi può e/o è capace potrebbe inserire un sondaggio
 

maxbossi

Amministratore
Membro dello Staff
ADMIN
MOD
25 Feb 2003
2.007
39
48
www.ikiweb.it
Ciao Borgo,

Per prima cosa posto il link della notizia che hai citato:
https://www.mrw.it/news/google-liberta-web-italia-rischio_3700.html

Seconda cosa mi complimento con te perchè, anche parlando di un argomento cosi SERIO riesci ad essere spiritoso :)

Terza cosa: la questione della responsabilità.

A mio avviso la cosa va valutata anche e soprattutto da un punto di vista pratico. Mi spiego meglio: tua hai un figlio che ti ruba le chiavi della ferrari... sei responsabile perchè non hai vigilato sulle azioni di una persona (tuo figlio) sottoposta alla tua tutela. Ma, per restare nel tuo esempio, poniamo tu abbia 1 milione di figli... secondo il diritto (giusta la citazione del "buon padre di famiglia") saresti responsabile delle azioni di tutti... ma, materialmente, come cavolo fai a viglilare sul comportamento di un milione di bimbi indiavolati?

Ora: Google non è il papà dei suoi utenti, quindi non ha responsabilità in tal senso. Google non è neanche un giornale (quindi non può essere applicata la disciplina della "responsabilità oggettiva" prevista per il direttore)... ma allora cos'è Google?

Secondo me il fulcro (anche giuridico) della questione è questo.
Google, Facebook, Twitter... internet in generale... sono una cosa nuova e diversa dalle realtà disciplinate dal diritto italiano (i nostri codici - sia civile che penale - non sono dei ragazzini) e quindi è necessario stare attenti nell'applicazioni di pericolose analogie (padre di famiglia? giornale? ecc.).

Personalmente credo che l'esempio più calzante sia quello citato nella notizia stessa: ovvero pensare a Google come se fosse il sindaco di una grande città, ad esempio New York.
Ora, a NY ci sono milioni di abitanti... è responsabile il sindaco se uno di questi prende un bastone e va in giro a picchiare la gente? Io credo di no.
Il sindaco, tramite gli organi di polizia, è tenuto ad offrire un certo livello di sicurezza (il livello possibile sulla base delle risorse a disposizione) ma se poi i reati succedono lo stesso cosa si fa? si arresta il primo cittadino? Non credo sia giusto.

Google (ed ogni altro fornitore di servizi) deve cercare di vigliare ma nei limiti di quanto ciò sia materialmente possibile. NON è pensabile che YouTube verifichi tutti i video che vengono caricati ogni giorno (che probabilmente sono diverse decine di migliaia); se si imponesse un simile obbligo tutti i servizi di questo tipo dovrebbero chiudere.

Il problema, poi, diventa ancora più complesso: quando un video è schifoso come quello di cui si parla è evidente che si tratta di un illecito, ma potrebbero esserci milioni di video che, sotto alcuni sottili profili, siano comunque da considerarsi non idonei (basti pensare al discorso del copyright). Come potrebbe fare Google? Passare al vaglio ogni singolo video con una trentina di esperti in legge che conoscano tutte le leggi dei peasi in cui Big G è presente per verificare se, forse, c'è qualche violazione?

Concludo: parlare di responsabilità oggettiva per un soggetto che ha a che fare con milioni (miliardi?) di utenti che possono fare di tutto mi sembra davvero, davvero, davvero assurdo ed ingiusto.
Se la regola è questa si chiudano tutti i servizi e si ritorni al web di 10 anni fa, fatto di siti da leggere come fossero dei giornalli.
 

borgo italia

Super Moderatore
Membro dello Staff
SUPER MOD
MOD
4 Feb 2008
16.042
146
63
PR
www.borgo-italia.it
Ciao
Grazie dei complimenti per lo spiritoso (l’unica cosa amara/seria è la vita), ma spero che l’argomento non rimanga un discorso tra noi due e che anche altri esprimano la loro idea/idee (merce rara).
Comunque:
punto di vista pratico: a parte che sono per il controllo delle nascite, questo non rende una cosa lecita. Se 1 milardo di persone rubano (o uccidono, o spacciano droga, o fanni i pedofili… e piu chi ne ha più ne metta) non rende lecito che anche io possa rubare ecc….

Una cosa nuova: anche la bomba atomica prima dei 1944 era una cosa nuova, provata due volte qualcuno è rinsavito e ci ha (cercato si spera per sempre) messo un freno (haiatollà permettendo – la repubblica di weimar docet - http://it.wikipedia.org/wiki/Repubblica_di_Weimar)

Sindaco di New York: se il sindaco vende bastoni, altroche si che è responsabile

Google, YouTube…non è pensabile…: non vorrei usare una parola censurabile, ma sono .…. loro non miei, salvo che non dividano com me gli utili (tanti)

Verificare le violazioni di legge…: se nel mio paese è lecito mettere del cianuro nei biscottini per la colazione mattiniera, mentre nello stato di googlonia non è permesso ed esporto i miei prodotti al cianuro in googlonia, mi condannano secondo le leggi googlonesi (anche se non le conosco) e (salvo una vena di masochismo) non metterò piede a googlonia

Ribadisco: per me sono responsabili i costruttori di cannoni e chi li usa

p.s.
dai max: prova ad inserire un sondaggio, al massimo rispondiamo io e te
 

deasphica

Nuovo Utente
26 Feb 2010
1
0
0
37
catania
Intanto ciao a tutti... mi sono appena registrata...
vi riporto quello che succede se mi accingo a caricare un video su youtube:
"Facendo clic su "Carica video", dichiari implicitamente che il video in questione non vìola i Termini e condizioni d'uso di YouTube e che sei il proprietario di tutti i diritti di copyright del video o hai l'autorizzazione per caricarlo"
se volete poi mi do il link delle condizioni d'uso!
Secondo me, apparte concordare indubbiamente Max perchè è fisicamente impossibile controllare tutti i video di tutti gli utenti, poi la gestione del controllo sui contenuti e come su Facebook affidato agli stessi utenti, in quanto se un video offende o è definito "illegale" per un qualsiasi motivo viene segnalato ed è in quel caso che si occupano di visionarlo per verificare.
Ma poi siamo sempre al solito problema, le leggi che regolano il web purtroppo non sono mai chiarissime, ma questa condanna purtroppo è uno sgradevole precedente, si mira a colpire un sito globale (evidentemente con grossi introiti) invece che colpire le famiglie dei ragazzi(animali direi, se non fosse che temo di offendere quest'ultimi) che hanno svolto FISICAMENTE l'azione illecita...e ancor peggio ne hanno pubblicato il video in rete.
Per tornare agli esempi fatti, non credo che in questo caso il Sindaco venda i bastoni, al massimo vende articoli sportivi, se poi un passante compra una mazza da baseball e la usa in modo improprio, benchè gli sia stato detto che non è quello l'uso da farne... non si può condannare il sindaco!
La mia piu grande paura ormai è che si segua questa linea di condotta per l'intero web... veramente si tornerebbe indietro di 10 anni... spero comunque che in appello la sentenza venga cambiata!
Borgo Italia, tu hai parlato di costruttori di cannoni... non credo sia l'esempio piu adatto... i cannoni sono armi... mentre youtube è un sito dove caricare video di tutti i tipi ma che seguano delle regole ben chiare!
 
Ultima modifica:

Eliox

Utente Attivo
25 Feb 2005
4.390
3
0
Introduco un elemento che a mio parere potrebbe essere interessante per la discussione; gli esempi del padre di famiglia e del sindaco non sono necessariamente calzanti, teniamo conto del fatto che Google guadagna su ogni singolo video uploadato, non svolge essenzialmente un servizio di pubblica utilità ma un'attività a scopo di lucro.

Ora, posto che non esiste un sistema per controllare l'attività di milioni di utenti, anche Google ha subito un danno da quel video e dovrebbe poter rifarsi su chi ha causato quel danno; non potendo essere perseguiti i minori autori del reato, dovrebbero essere perseguiti i genitori, questi infatti con molta probabilità non hanno milioni di figli e per quei pochi che hanno messo al mondo devono essere ritenuti responsabili.
 

Ailinen

Utente Attivo
5 Mag 2009
62
0
0
Dico la mia... U_U

Allora io sono assolutamente d'accordo con la sentenza.

Purtroppo i provider se ne sono sempre lavate le mani di quello che accadeva: da cose così gravi all'odioso spam. Sembra che loro non possano fare nulla contro queste persone che utilizzano nel male internet.

Ma non posso credere che non possano fare nulla. Guarda caso quando iniziano ad arrivare le sanzioni miracolosamente le cose che le sentenze non vogliono scompaiono nel nulla. Come mai? Perchè hanno mosso il fondo schiena per non incorrere in altre sanzioni e perdere altri soldini.

L'ultiamdi youtube che ha perso la causa contro Mediaset (se non ricordo male) che deve rimuovere le cose protette da copyright.... Ovviamente lo faranno e le cose saranno più controllate. Ma perchè prima non erano in grado di farlo? Sì certo, ma non gliene fregava nulla perchè nessuno ha toccato loro i soldi. U_U

Certo che you tube e google potrebbero rifarsi su chi ha causato questo danno, ma se controllassero meglio non subirebbero le conseguenze di un non controllo o di un pessimo controllo o ancora peggio del me ne frego assolutamente di quello che gli utenti mettono online.
 

alessandro1997

Utente Attivo
6 Ott 2009
5.302
1
0
23
Roma
alessandro1997.netsons.org
Oggi se ne è parlato anche a scuola, durante la (mia, ma ho preso 8 :D) interrogazione di Cittadinanza e Costituzione. La mia professoressa, come ogni donna di 49 anni, non sapeva bene se il video fosse stato caricato su Youtube o su Facebook, ma il discorso non cambia.

Io credo, come maxbossi, che Google non possa vigilare sull'operato di milioni di utenti e sul contenuto di migliaia di video giornalieri, altrimenti impazzirebbero. Penso, però, che anche chi guarda questi video si renda complice di chi l'ha pubblicato. E' dovere dello spettatore denunciare certe oscenità all'autorità di pubblica sicurezza. Non per questo, però, se ne può rendere responsabile Google.

Poi, in ogni caso, pubblicare un video in cui un ragazzo disabile subisce maltrattamenti, anche tenerlo sul cellulare, anche solo assistere ad un atto del genere e non muovere un muscolo, è un crimine bello e buono.
 

borgo italia

Super Moderatore
Membro dello Staff
SUPER MOD
MOD
4 Feb 2008
16.042
146
63
PR
www.borgo-italia.it
ciao,
un pò di movimento, anche se poco.
un'unica domanda per chi google dice che non centra: ma quanto guadagna google e similaria?????????????????????????
se non è capace di controllare, meglio che si dia all'ippica ( o vada a sQuola a prendere 8+:D)


è un crimine bello e buono PERFETTAMENTE D'ACCORDO

"come ogni donna di 49 anni" se ti legge mia moglie ti cast.a
 
Ultima modifica:

borgo italia

Super Moderatore
Membro dello Staff
SUPER MOD
MOD
4 Feb 2008
16.042
146
63
PR
www.borgo-italia.it
Ciao
Dopo l’off topic all’off topic (mio, di alex ed eliox) rientro nell’argomento.
Sono un po’ sconsolato perché mi sembrava di aver toccato un argomento di interesse per i webmaster, e non solo, ma sembra proprio che parlare di “libertà sul web” non ne freghi a molti.
Forse il dialogo si sta espandendo su altri forum più politici e meno tecnici di questo.

Comunque una piccola perla di saggezza: “chi non c’è ha sempre torto”, anche se so che non sarà certo la comunità di mrwm a cambiare (in meglio o in peggio) la realtà, ma almeno il coraggio di esprimere la propria opinione.
 

bibisson

Nuovo Utente
6 Mar 2010
5
0
0
meno libertà più civiltà

Sono daccordo con la sentenza.

Sono disposta a rinunciare a questa "libertà" che è poi quella di sparare ogni ca****ta che viene in mente senza mai riflettere a chi dove come siamo.


I padroni di Google si credono intoccabili e impugnano la Libertà ogni volta che si attacca il loro trono. Ma anche viceversa : sono disposti a cedere subito sulla Libertà quando qno è + forte di loro (la parola Cina vi dice qsa?)