Dialer...

jan267

Utente Attivo
6 Mar 2003
1.955
2
38
33
Milano
twitter.com
Sinceramente io questa grande utilita` non ce la vedo.
Ci sono altri modi per usufruire dei "servizi" (se possono essere chiamati tali.. :() che danno i Dialer... !!
E di sicuro non cosi` tanto costosi !!!!!!!
icon8.gif

Certi Dialer, molti, sono per distrubuire materiale pornografico e su questo secondo me non dovrebbero esserci problemi: uno lo sa, sa che potrebbe essere illegale ecc... ma non so quanti sanno che cosa sia un trojan o cose simili e nei Dialer spesso e volentieri i trojani sono presenti.
Poi per non parlare del materiale pedofilo....................
Percio` per quanto mi riguarda la maggioranza dei Dialer servono solamente per creare "chaos" !

Ciao!
 

peppoweb

Utente Attivo
Google aggiorna le norme per l'AdWords di siti con dialer

Hey ragazzi, forse questa notizia interessa tutti noi.
Questa informativa redatta da google per i suoi inserzionisti, credo che sia "la strada giusta" per combattere i dialer "cattivi" ed imparare a fare buon uso di queto strumento. Cosa ne dite:

____________________________________________________

Con una mail spedita agli inserzionisti, Google annuncia il cambiamento delle regole per la promozione di siti web con dialer attraverso il proprio programma pay per click AdWords.
Tutti gli attuali espositori con siti aventi dialer sono invitati a conformarsi alla nuova policy entro sette giorni; trascorso tale termine gli annunci non conformi alle nuove norme verranno disattivati.

Questo il testo delle nuove linee guida di Google AdWords in materia di dialer:

AGGIORNAMENTO DELLE NORME SULL'USO DEI DIALER
Google non consente annunci, o annunci di siti Web, che mancano di :

1. indicare l’uso di Dialer nel testo dell'annuncio AdWords. Il termine Dialer (D maiuscola, no abbreviazioni) deve essere incluso nel testo dell’annuncio.
2. fornire nello spazio "immediatamente visibile" della pagina di destinazione un messaggio facilmente leggibile, con una dimensione carattere di almeno 10 punti, in cui si informa dell'utilizzo del Dialer e del costo al minuto, in formato numerico (non testuale), della chiamata effettuata tramite il Dialer.
3. dare agli utenti la possibilità di scegliere se avviare o meno il download.
I download non devono essere avviati in maniera automatica, né possono essere consentite le operazioni automatiche associate ad ActiveX; per avviare il download, gli utenti devono fare clic su OK nella relativa finestra di dialogo. Se non è prevista la possibilità di interrompere il download facendo clic su 'No', l'annuncio non verrà approvato.
Inoltre, l'uso dei Dialer non deve essere riproposto se l'utente ha già espresso parere negativo. Se, dopo aver fatto clic su 'No', riappare automaticamente una finestra di dialogo, l'annuncio non verrà approvato.
4. fornire nella pagina di destinazione informazioni sufficientemente dettagliate sui contenuti a cui è possibile accedere tramite il Dialer, in modo da consentire agli utenti di decidere se scaricare o meno il Dialer stesso.
Nel testo dell'annuncio AdWords o nel proprio sito possono essere inserite solamente affermazioni accurate e veritiere circa il prodotto o il servizio fornito tramite il Dialer: effettueremo un controllo continuo del feedback fornito dagli utenti riguardante i vostri annunci o il vostro sito Web e disattiveremo gli annunci, o gli annunci dei siti Web, che riterremo fuorvianti per gli utenti.

____________________________________________________

fonte: submission.it
 

peppoweb

Utente Attivo
Trucchi e segreti per proteggersi dai dialer

Regola 1
Se non sei interessato a questo genere di contenuti il primo consiglio e quello di disabilitare le chiamate ai numeri 899, 166 e 144. Farlo non ti costerà nulla! TI basterà alzare la cornetta e chiamare Telecom al numero 187. Parla con un operatore e chiedi venga disattivata la chiamata a questa tipologia di numeri a pagamento. L’operatore potrebbe non essere accondiscendente, del resto Telecom gestisce questi numeri è incassa una percentuale dal traffico telefonico generato da questi servizi… In ogni caso insistendo l’operatore è tenuto ad accogliere la richiesta. Unico problema potrebbe essere il blocco delle chiamate ai numeri 709 che Telecom fornisce a tutti i suoi abbonati ma solo a pagamento!

Regola 2
I numeri telefonici a pagamento esistono anche all’estero, proprio per questo motivo non è possibile chiedere a Telecom la disattivazione degli stessi. Un rimedio comunque esiste, per prima cosa disattivare gli Active X e il download automatico dei file. Ecco come procedere:

a) Aprire Internet Explorer e clicca su "Strumenti --> Opzioni Internet"
b) Poi clicca su "Protezione" e infine su Livello personalizzato.

A questo punto si aprirà una finestra dove basterà selezionare le due caselle:
- "Esegui controlli e plug-in Active-X" e scegliere la casella "Disattiva"
- “Download dei Files” - scegli la casella "Disattiva"

Regola 3
Esistono diversi software specializzati nel bloccare il funzionamento dei dialer. Cercatene uno ed installatelo sul Pc. Nella stragrande maggioranza dei casi sono freeware, ossia gratuiti. Uno di questi software è “Stop Dialer”, realizzato da un programmatore italiano. Il software funziona egregiamente su Windows 95/98/ME e, in certi casi anche su Windows2000 e XP.

Regola 4
Se la tua zona è coperta dal servizio ADSL è consigliabile abbonarsi quanto prima. I dialer non funzionano con i modem per tale tipo di connessione. In caso decidessi di passare all’ADSL non va dimenticato di rimuovere fisicamente il vecchio modem analogico. I dialer verificano sempre e comunque la presenza dei modem tradizionali e in caso ne prendono il controllo con le conseguenza che ormai sono sotto gli occhi di tutti.
 

peppoweb

Utente Attivo
Sui 709 Telecom Italia cancelli tutto!

Continua ad emergere, grazie alle indagini di Guardia di Finanza e Polizia delle Comunicazioni, la realtà dei 709 truffaldini, dei dialer che, spesso, all'insaputa dello stesso cliente lo reindirizzano verso questi numeri per la connessione ad Internet, a tariffazione esosa, a cui l'utente rimane connesso per ore e riesce a scoprirlo solo con l'uscita della bolletta, quando risultano addebiti per centinaia se non migliaia di euro.
In altri casi l'utente è cosciente di connettersi a numerazioni a pagamento ma ne ignora il costo reale e rimaneva ugualmente connesso anche dopo il termine delle operazioni di download di loghi, suonerie, immagini varie.

I danni per decine di milioni di euro procurati ad ignari cittadini vengono solo ora progressivamente alla luce, anche se per il futuro, l'Authority per le Comunicazioni ha deciso che i 709 non possano più applicare sovrapprezzi come quelli delle truffe e li ha quindi praticamente neutralizzati.

Telecom Italia finora si è legittimamente trincerata, in quelle che sono le sue uniche responsabilità formali e legali: in qualche caso affitta le linee per i 709, in altri le affittano i suoi concorrenti, a società che poi le subaffittano a centri servizi, che sono responsabili della distribuzione dei contenuti, dei prezzi e quindi delle truffe.

Il compito di Telecom Italia è poi, quello di riscuotere, attraverso la bolletta, quanto dovuto per questi servizi. All'inizio questa impostazione ha fatto si che il colosso non accettasse reclami per i 709, negasse il diritto alla disabilitazione gratuita per questa numerazione, che poi ha concesso dal primo giugno e, spesso, sospendesse le linee telefoniche di utenti che non volevano e non potevano sostenere il costo di 709 truffaldini.

Il dilagare del fenomeno, le vigorose proteste delle associazioni dei consumatori, le prime denunce, anche contro Telecom Italia, le indagini di polizia, carabinieri, magistratura e Authority hanno convinto Telecom Italia a cambiare atteggiamento: sia pure dapprima in modo timido è stata data ai propri utenti, l'indicazione, nel caso si trovino con addebiti verso i 709 non corretti, di sporgere denuncia alla Polizia Postale (solo negli uffici di Torino si raccolgono ogni giorno centinaia di denunce di questo tipo) e di pagare la bolletta solo per le altre voci (canone, traffico telefonico) detratti gli addebiti contestati.

Dobbiamo chiederci, però, se questa prassi è, completamente, corretta nei confronti dei clienti che hanno già pagato, perchè ignoravano e ignorano questa possibilità e sono tanti, o perchè, in quel momento, Telecom Italia non riconosceva il fenomeno, e rispetto alle bollette che stanno ancora uscendo. Non sarebbe opportuna da parte di Telecom Italia una sanatoria generalizzata per tutti gli addebiti 709, con una cancellazione degli addebiti in corso ed un rimborso di default a tutti gli utenti che hanno già pagato.

Finora Telecom Italia non ha dato notizia (o non ha ritenuto di pubblicizzarla) di sue azioni legali contro i dialer 709 che hanno danneggiato la sua clientela. Certamente non pagherà ai dialer quanto non fa più pagare ai clienti ma il pregresso, e siamo certi che tutti i clienti che non denunciano, perché non sanno, non vogliono perdere tempo o hanno avuto un danno minimo, non hanno diritto di essere tutelati?

Una scelta di annullamento e rimborso generalizzato, con conseguente azione legale di Telecom Italia nei confronti dei dialer, sarebbe una bella scelta in favore della trasparenza e della correttezza da parte del gestore che è tuttora scelto dalla stragrande maggioranza degli italiani: varrebbe più di tante campagne pubblicitarie e sponsorizzazioni miliardarie, farebbe capire da che parte sta Telecom Italia, cioè con i suoi clienti e contro i truffatori.

Spesso l'Azienza non rinuncia ad azioni legali contro i suoi clienti, anche per cifre non troppo elevate, per una comprensibile questione di principio e perciò perchè non scatenare una crociata legale contro i truffatori del 709? Non credo che un gigante debba avere paura di qualche sporco microbo!

Un analogo discorso andrebbe fatto per gli Sms che continuano ad arrivare sui telefonini degli italiani, promettendo mari e monti per chi chiama gli 899: è possibile che i gestori non possano introdurre sbarramenti ai provider che ci inondano di Sms abusivi, truffaldini e non richiesti?

Cosa fanno dal punto di vista legale per perseguire, anche all'estero, questi spammer telefonici? Anche i gestori di telefonia mobile dispongono di forti uffici legali, assoldano decine di avvocati per fare causa agli altri gestori, all'Antitrust, ai Comuni che non concedono i siti per i ponti radio, ai clienti che non vogliono pagare.


Fonte: Zeus News
 

Discussioni simili